Skip to main content

Tag: desaparecinema

¡Desaparecinema! ep. 7 – Alien Cirus: come un napoletano fece il pacco a Hollywood.

Il 14 agosto uscirà in Italia il nuovo capitolo del franchise di Alien: Alien Romulus. È un midquel, cioè un sequel che però è ambientato durante il tempo del film originale, oppure un interquel, cioè ambientato tra il primo Alien e il secondo (cioè il primo sequel, cioè Aliens- Scontro finale)? Non l’ho capito, ma chissenefrega. In ogni caso, sulla carta e dal trailer si prospetta una bomba, anche perché – finalmente – la saga si riappropria di due elementi fondamentali che resero il primo Alien un capolavoro assoluto. Come? Gli effetti speciali di make up non digitali e l’uso attento del sonoro; cioè si riappropria del cinema con la C maiuscola, di salvare il cinema.

¡Desaparecinema! ep. 6 – Gian Maria Volonté: l’uomo che ha detto no a Fellini e Coppola

Gian Maria Volonté, come ogni bambino di quegli anni, era entrato a far parte della Gioventù Italiana del Littorio, ex Opera nazionale Balilla. Come scrive Mirko Capozzoli, il suo biografo, nel suo libro, “alla Gil spettava il compito di plasmare lo spirito e il fisico dei giovani italiani per trasformarli in perfetti fascisti, ma Gian Maria si era mostrato refrattario alla disciplina e, ai saggi ginnici tenuti allo stadio Mussolini, preferiva il calcio giocato nelle piazze di quartiere”. Il padre era a sua volta uno degli squadristi che nel 1943, quando Gian Maria aveva 10 anni, si erano riuniti in gran segreto all’ex Casa del Balilla per ricostruire il Movimento fascista. Nel ‘56, il fratello Claudio, iscritto al Movimento Sociale Italiano, un giorno chiese all’ormai 23enne Gian Maria “Ma sei diventato comunista?”; Gian Maria rispose “Se voglio lavorare a teatro devo essere di sinistra”.

¡ Desaparecinema ! (ep. speciale) – Julian Assange, lo spalamerda e i suoi colleghi di inizio ‘900

Fuori programma (anche se ne avremmo parlato, prima o poi, lo stesso) dedichiamo questa puntata al più grande spalamerda contemporaneo: Julian Assange. Ha lasciato il carcere di massima sicurezza di Belmarsh il 24 giugno, dopo averci trascorso 1901 giorni; gli è stata concessa la cauzione dalla high court di Londra ed è stato rilasciato all’aeroporto di Stansted nel pomeriggio, dove è salito su un aereo e ha lasciato il Regno Unito. Per questo, la puntata su Gianmaria Volontè è spostata alla prossima settimana.

Quest’estate torna FEST8LINA, la festa del 99%, dal 4 al 7 luglio al circolo ARCI di Putignano a Pisa: quattro giornate di dibattiti e di convivialità con i volti noti di Ottolina Tv. Facciamo insieme la riscossa multipopolare!

Fest8lina, perché la controinformazione è una festa!

¡ Desaparecinema ! (ep. 5) – Roger Corman: l’iconoclasta che faceva le scarpe al cinema hollywoodiano

Il 9 maggio scorso è scomparso all’età di 98 anni Roger Corman, uno degli artefici della New Hollywood, cioè – in sintesi – il periodo tra gli anni ’60 e ’70 in cui alcuni registi e produttori dicevano “Fanculo le major! Facciamoci i film da soli. Un budget piccolo dà maggiore libertà di uno grosso”. Che poi è quello che pensava anche Kubrik e che gli ha permesso di diventare l’autore più indipendente – e, quindi, cazzuto – della storia del cinema. Infatti Corman ha insegnato agli altri registi ad apprezzare la libertà che deriva dal basso budget , l’intraprendenza legata alla mancanza di risorse.

Quest’estate torna FEST8LINA, la festa del 99%, dal 4 al 7 luglio al circolo ARCI di Putignano a Pisa: quattro giornate di dibattiti e di convivialità con i volti noti di Ottolina Tv. Facciamo insieme la riscossa multipopolare! Per aiutarci ad organizzarla al meglio, facci sapere quanti giorni parteciperai
e le tue esigenze di alloggio compilando il form e, se vuoi aiutarci ulteriormente, partecipa come volontario.

Fest8lina, perché la controinformazione è una festa!

¡ Desaparecinema ! (ep. 3) – Il cinema raccontò la pandemia 50 anni fa!

Tra i milioni di film che hanno immaginato una pandemia ce n’è uno, famosissimo, che non parla della pandemia e, quindi, ne parla meglio di qualunque altro. Perciò no, non è Contagion e neppure fa parte del filone degli zombies. A proposito: sapevate che prima che George Romero girasse il suo primo zombie movie La notte dei morti viventi, nel 1968, era stato un italiano a inaugurare il filone con una pellicola tratta dal romanzo Io sono leggenda di Richard Matheson? Si chiama L’ultimo uomo della terra ed è stato girato da Ubaldo Ragona ambientato all’Eur, il quartiere fascista romano, ed interpretato da Vincent Price. Era il 1964.

Quest’estate torna FEST8LINA, la festa del 99%, dal 4 al 7 luglio al circolo ARCI di Putignano a Pisa: quattro giornate di dibattiti e di convivialità con i volti noti di Ottolina Tv. Facciamo insieme la riscossa multipopolare! Per aiutarci ad organizzarla al meglio, facci sapere quanti giorni parteciperai
e le tue esigenze di alloggio compilando il form e, se vuoi aiutarci ulteriormente, partecipa come volontario.

Fest8lina, perché la controinformazione è una festa!

­¡ Desaparecinema ! (ep. 1) – George Lucas ha anticipato il cinema reaganiano e oggi si becca la Palma d’Oro a Cannes

Ottoliner, quanti format volete? Sì! E quindi inauguriamo il format sul cinema ¡ Desaparecinema ! i film che non avete mai visto e quello che non avete visto nei film in collaborazione con il regista Federico Greco, autore, tra gli altri, di Piigs e C’era una volta in Italia. Per l’occasione, Federico analizza il cinema reganiano e il suo precursore George Lucas fresco di premiazione della Palma d’Oro a Cannes. Buona visione.

Quest’estate torna FEST8LINA, la festa del 99%, dal 4 al 7 luglio al circolo ARCI di Putignano a Pisa: quattro giornate di dibattiti e di convivialità con i volti noti di Ottolina Tv. Facciamo insieme la riscossa multipopolare! Per aiutarci ad organizzarla al meglio, facci sapere quanti giorni parteciperai
e le tue esigenze di alloggio compilando il form e, se vuoi aiutarci ulteriormente, partecipa come volontario.

Fest8lina, perché la controinformazione è una festa!